Domotica con Wemos D1 mini – ESP8266 a portata di pollice!

V=IxR .it - L'HUB Italiano dove imparare a costruire l'elettronica e a programmare l'hardware

Domotica con Wemos D1 mini – ESP8266 a portata di pollice!

Wemos D1 mini, come pregrammarlo per la domotica ?

Da quando ho iniziato ad usare i chip ESP8266, soprattuto per la realizzazione del mio progetto di domotica, ne ho viste davvero di cotte e di crude. Soluzioni come la Nodemcu sono davvero complete, ma poco sfruttabili per progetti  dove le dimensioni contano tanto, come appunto la domotica (l’elettronica é sempre destinata alle classiche scatole di derivazione o portafrutto). Altre soluzioni, come il classico ESP8266-01, sono poco versatili, in quanto necessitano di gestione dell’alimentazione e di un PCB per la connessione dei pin GPIO con il resto dell’hardware.

Con il Wemos D1 mini (nome recentemente cambiato in Lolin), ho trovato il companion ideale per l’implementazione nel mio progetto di domotica. Il suo PCB offre la possibilitá di connettere i sensori e/o gli attuatori, con una semplice saldatura oppure, se si desidera integrarlo all’interno di un PCB, utilizzare il classico pin header.

Scheda Wemos D1 Mini su breakout board - protipizzazione per impianto domotico

Scheda Wemos D1 Mini su breakout board

Caratteristiche principali

Prodotta da Wemos Electronic, la scheda presenta le seguenti caratteristiche:

  • 11 PIN digitali (input/output), tutti e 11 hanno il supporto a interrupt,pwm,I2C e one-wire (fatta eccezione per D0)
  • 1 Input analogico (massima tensione 3.2V)
  • Una porta Micro USB
  • Compatibile con Arduino
  • Compatibile con nodemcu
  • Compatibile con MicroPython

Il grande vantaggio di questa scheda, é la possibilitá di alimentarla con i classici 5V, che ormai troviamo a disposizione su tutti i dispositivi elettronici, sia tramite PIN che tramite USB.

Lo schema del pinout é il seguente:

Wemos D1 mini - Pinout in Italiano per domoticaIl microcontrollore che ha a bordo é il calssico ESP8266EX, le cui specifiche tecniche sono le seguenti:

Microcontrollore ESP-8266EX
Voltaggio operativo 3.3V
PIN I/O digitali 11
PIN input analogici 1(Max: 3.2V)
Clock Speed 80MHz/160MHz
Flash 4M bytes
Lunghezza 34.2mm
Altezza 25.6mm
Peso 3g

Come puó essere programmata?

Per programmare Wemos D1 mini é possibile intraprendere principalmente tre strade:

  1. Utilizzare la IDE Arduino dal proprio Computer
  2. Utilizzare NodeMCU dal proprio Computer
  3. Installarci il firmware ESPEasy utilizzando la sua interfaccia web

Non dilungandomi in questo articolo, approfondiremo alcuni aspetti sulla programmazione in futuro.

Tengo comunque a precisare che la scheda puó essere sfruttata come semplice “nodo” IOT, quindi implementandoci una logica semplice e finalizzata ad un solo ambito, oppure possiamo programmarla in modo da implementarci una logica piú complessa. Questa scelta va fatta sempre tenendo presente il progetto che si intende realizzare e la sua criticitá.

Cosa posso farci, é utile per la domotica ?

Gli scenari di utilizzo sono davvero infiniti, personalmente ho usato Wemos D1 mini per realizzare applicazioni come:

  • termostato d’ambiente (usando DTH22)
  • sensore di luminositá
  • acquisizione input da pulsante B-Ticino a parete
  • controllo elettrovalvole
  • controllo tapparelle
  • conteggio accessi

Ovviamente, date le dimensioni contenute, si presta molto bene alle implementazione negli impianti di domotica fatti da zero o per gli interventi di retrofitting, utilizzando le classiche scatole portafrutti.

Classica scatola portafrutto, utile per l'alloggiamento dei dispositivi di domotica

Dove posso acquistarla ?

Puó essere acquistata ad un prezzo che va dai 4 ai 7 Euro da vari negozi online, io solitamente le acquisto su Amazon (link al prodotto). La trovate anche sui grandi mall cinesi, ma i tempi di consegna aumentano notevolemente.

Domande o dubbi ?

Se avete domande da farmi, sono a vostra completa disposizione, sulla pagina Facebook di vixr.it o nei commenti all’articolo. Ditemi la vostra!